Uno strumento “inaspettatamente” utile: Google sites!

Chi si sarebbe mai immaginato l’utilità dei Google sites!

GS4

Che cos’è?

Google sites rappresenta un modo veloce ed indolore di creare dei siti web con le caratteristiche abbastanza tipiche di tutti i prodotti Google: non belli, ma funzionali ed efficaci. D’altra parte è anche vero che una delle caratteristiche più importanti di un sito web di successo è la sua bellezza (sia chiaro, “bello” ha un sacco di significati tutti molto soggettivi, ma i Google sites, credetemi, non si confanno a nessuna interpretazione della parola).

Nell’albergo a 5 stelle, quando oltrepassi la porta di servizio che porta giù per le scale alla cucina, lavanderia e le varie stanze di servizio, lasci un ambiente molto bello superficialmente per un ambiente assolutamente funzionale (corrimano minimale ricoperto di gomma, pavimentazione anti-scivolo, pareti bianche, stanze etichettate con lettere grandi, estintori in bella vista ecc.). Ecco, questo è Google Sites per noi.

È uno strumento di mero backoffice, ma veramente efficace.

Si può

  • condividere l’accesso al sito con altri (sia in modalità privata che pubblica)
  • assegnare livelli diversi di partecipazione agli amministratori del sito
  • sottoscrivere le notifiche di modifica, sia alla pagina singola che al sito intero

NB

  • non è (ancora) uno strumento collaborativo, ovvero due persone non possono lavorare sulla stessa pagina contemporaneamente
  • non è particolarmente sofisticato – le pagine e le funzioni sono estremamente semplici e pratiche.

Come usarlo?

Ecco 3 esempi praticissimi di come noi usiamo lo strumento.

Il servizio WebGO di exout viene gestito tramite un Google site. Per ogni nostro cliente e per ogni suo canale social media, teniamo (sempre aggiornate) tutte le istruzioni su cosa fare, come e quando. L’inserimento di un nuovo membro del team per noi è abbastanza indolore – tutta l’informazione è a portata di mano. Questo Google site è condiviso solo con il team di exout.

Abbiamo preso il via a lavorare con stagisti (soprattutto americani) dalle varie università straniere qui a Firenze. Ed a loro è dedicato un altro Google site. Il loro primo compito quando iniziano il periodo di stage è di girare tutto questo sito, dove trovano tutte le istruzioni, consigli e trucchi del mestiere per diventare da subito un membro efficace del team. Questo sito è condiviso con il team di exout e gli stagisti del momento.

Il nostro nuovo sito nato a gennaio di quest’anno ha già attirato l’attenzione di guest bloggers, ovvero persone (liberi professionisti, studenti ed altri) che come noi desiderano partecipare alla diffusione delle conoscenza 2.0 in Italia. La cosa fa molto piacere, ma per difendere lo stile e lo spirito del nostro portale abbiamo creato un Google site di regole, consigli, idee per far si che già il primo post sia quasi perfetto!

Ovviamente tutti i nostri siti sono privati. Poi, quando uno stagista, collaboratore o guest blogger ci lascia per continuare a crescere da qualche altra parte, basta un click per togliere l’accesso al sito.

Straordinariamente semplice e potente.

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>