Un racconto: 50 minuti di BTO

Ieri ho avuto un’opportunità bella – ma non mi sono accorta nemmeno io di quant’era bella!Sono stata invitata da Danilo Beltrante a parlare all’interno del Focus di BTO “Strategie d’Investimento per Piccoli Budget”, un titolo molto molto invitante per le migliaia di piccole strutture della penisola italiana. Il gruppo del panel che Danilo ha creato era composto da:

 

ed io

Un documento eccellente  generale sull’argomento era stato creato da Marco il giorno prima, ed ha fornito a tutti quanti una base solida e condivisa per il nostro intervento.

Danilo è stato un presentatore perfetto, con la sua doppia identità di proprietario di una struttura sul territorio locale (con tutte le sue perplessità reali nei confronti degli vari argomenti e quindi con domande dirette e sincere) ed il suo ruolo di co-fondatore di In Your Tuscany (con una sensibilità particolare verso le reali esigenze degli operatori del settore in senso più ampio).

Era la prima volta che visitavo il BTO di persona, pur avendolo sempre seguito in streaming. E’ stata anche una precisa scelta aziendale in passato utilizzare i pass gratuiti che ci venivano offerti per inviare i nostri stagisti a fare le loro prime esperienze da social media reporter e blogger.

E’ stata un’esperienza meravigliosa da più punti di vista. La Stazione Leopolda è davvero un ambiente, pur non essendo enorme, di impatto fortissimo. Le sue mura e pavimenti raccontano storie di tempi Fiorentini passati, e fanno da spettacolare sfondo per parlare del futuro del territorio locale, nazionale ed internazionale.

Sono stata molto colpita dal numero di persone presenti al nostro intervento – sicuramente qualcuno voleva esserci e altri ci sono capitati per caso. Ma tutti erano interessati, tutti ascoltavano, nessuno è andato via. Certo l’argomento era fortemente interessante (quando trattiamo di soluzioni per piccoli budget, per forza abbiamo l’ascolto di almeno il 95% della aziende italiane!), ma è stato comunque piacevole notare il livello di concentrazione nei partecipanti, con diversi che hanno anche preso appunti abbondanti.

Il fatto che il wifi BTO ha avuto un attimo di rigetto non è stato molto gradito! Avevamo pensato ad un hashtag individuale per il nostro intervento (#btosipb), ed è stato ampiamente twitterato durante la nostra ora di gloria, ma senza che fossimo in grado di farlo vedere alla platea. Un peccato.

Personalmente l’intervento è stato interessante anche perché non conosco proprio benissimo il settore del turismo online, quindi Salvatore, Federica e Simone mi hanno pure insegnato qualcosa con i loro interventi.

Le domande alla fine dell’intervento sono state tante, troppe per il tempo rimasto, e al termine di tutto ci siamo trovati davanti al palco una fila ordinata (!!) di proprietari di strutture da tutta Italia – chi con domande, chi voleva un biglietto da visita, chi a fare complimenti. Mi ha colpito – non me lo aspettavo minimamente.

Forse era da aspettarsi. Forse ho sottovalutato la “sete” quasi maniacale di aiuti chiari e comprensibili in materie veramente “incomprensibili” per tanti piccoli operatori del settore turismo. Forse ancora una volta mi devo ricordare che proprio il mio lavoro (la funzione aziendale trasversale per eccellenza – la comunicazione) mi porta a conoscere un pochino tanti settori, ma realmente in profondità nessuno. E magari non sempre mi ricordo quanto il “mio” mondo sia incomprensibile per chi guarda dall’esterno.

Ma probabilmente questa volta ho trovato proprio il settore che dovrei impegnarmi a capire meglio, dal quale si percepisce fortemente una richiesta di aiuto, ma allo stesso tempo il terrore di impegnarsi su una strada così apparentemente complessa, difficile e incontrollabile. La fiducia incrollabile tra cliente e fornitore diventa la chiave per andare avanti a rivoluzionare questo settore.

Ecco. Tutto questo in solo 50 minuti di Focus alla BTO. E’ tanta roba!

Grazie Danilo.
Grazie Marco, Salvatore, Simone e Federica.
Grazie Robert, of course.

Si fa di nuovo l’anno prossimo?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>