Le caratteristiche del cliente exout

Definizione

Dicesi cliente exout un’azienda che, avendo scoperto le potenzialità della comunicazione 2.0, vorrebbe metterle a frutto.

Ma non basta.

#1 Obiettivi

Il cliente exout deve avere chiaro ciò che vuole. Se non ce l’ha chiaro, deve essere disposto a farsi aiutare a chiarirlo. E non mi dite “il mio obiettivo è fatturato”. Quello è il motivo per cui è nata l’azienda.

#2 Collavorazione

Si lavora collaborando, ovvero le cose si fanno insieme. Non funziona che “ti pago, quindi fai tu e a fine contratto si tirano le somme”. Il nostro modo di lavorare prevede che ci si confronti continuamente. La comunicazione è delicata e così come non affidereste in toto ad un fornitore la comunicazione tradizionale (non lo fate, VERO???) lo stesso vale per quella online.

#3 Chiarezza

Se qualcosa non va, si dice. Se i problemi li conosciamo, possiamo provare a risolverli. Non è detto che ci si riesca sempre, ma si può provare. Per ora li abbiamo sempre risolti, per inciso.

#4 Impegno

Pretendiamo dai nostri clienti un impegno che non sia solo economico. In particolare pretendiamo che i nostri clienti si impegnino a capire di cosa si sta parlando. Non ci interessa che diventino dei guru della comunicazione web (meglio di no, altrimenti si chiude bottega), ma vogliamo che siano in grado di valutare correttamente il nostro lavoro. Se non siete disposti ad imparare, non siete dei nostri.

#5 Meritocrazia

Ci interessano le aziende che lavorano bene (o che si impegnano seriamente per farlo). “Purtroppo” abbiamo una nostra etica aziendale che non ci permette di parlare bene di chi lavora male. Non siamo maghi (direi illusionisti) che fanno comparire recensioni positive in assenza di merito. E, oltre all’aspetto etico, se un’azienda non lavora bene, il nostro non potrà essere un lavoro che porta risultati positivi.

#6 Pagamenti

Un altro dei nostri difetti è che siamo venali, ovvero ci piace essere pagati per il nostro lavoro. Un cliente exout paga regolarmente a 30 giorni data fattura. Un perfetto cliente exout paga appena riceve la fattura. Non pretendiamo la perfezione da tutti, ma cercate di essere precisi.

#7 Futuro

Ci piacciono le aziende brillanti, che fanno tesoro delle esperienze, ma guardano al futuro e sono disposte a reinventarsi per migliorare continuamente. E noi le aiutiamo in tutto quello che possiamo.

 

E ora il test: da 1 a 7 quanto ti senti un cliente exout?

 

 

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>