I social network e la P.A. Binomio possibile?

Dopo aver partecipato all’incontro organizzato da ToscanaIN venerdì 26 febbraio vi possiamo dire che il binomio è possibile, ci vuole tempo, buona volontà e voglia di cambiare, ma si può fare!

Il dibattito, moderato da Eugenio Leone – Consigliere ToscanaIN e Consulente ICT, è iniziato con l’introduzione di Paolo Parrini – Consulente per l’innovazione, Leman- che ha sottolineato come i social network rappresentano un’importante sfida per gli enti; sfida che potrebbe portare al miglioramento dei prodotti (servizi offerti dagli enti) e ad un maggior dialogo tra le parti – P.A. e cittadini. In alcune realtà dei piccoli passi verso il cambiamento sono stati percorsi. Un esempio? Oreste Giurlani, sindaco di Fabbriche di Vallico, è riuscito ad incrementare la partecipazione dei suoi cittadini. E’ vero, la sua è una piccola realtà – circa 700 abitanti – ma come si dice “Roma non è stata fatta in un giorno”! Utilizzare tutti gli strumenti, dal fischio al pastore ai social network, per agevolare le comunicazioni tra cittadini e enti è la strada da seguire per innovare l’azione amministrativa. Recentemente il suo comune è stato colpito da numerose frane e l’aggiornamento della situazione correva, da entrambe le parti, sui social network. Problema da non sottovalutare il digital divide – dovuto sia da problemi tecnici, manca la banda larga, sia dalla mentalità dei cittadini – ecco allora un canale civico sul digitale per coinvolgere tutti, l’importante è arrivare a TUTTI i cittadini. Dello stesso pensiero Francesco Piarulli – Direttore generale Comune di Bagno a Ripoli e rappresentante ANDIGEL – non esiste un cittadino standard, la pubblica amministrazione deve conoscere la varietà degli utenti e deve saper comunicare con ciascuno. L’innovazione è fondamentale, ma deve essere attuata sui singoli progetti per essere accettata e, ovviamente, richiede tempo. Anche Giancarlo Galardi – Direttore generale Regione Toscana – parla di innovazione e di come questa sia essenziale per far diventare il cittadino un nodo della rete nelle comunicazione con la P.A., rete creata grazie all’utilizzo dei social network.

Momento importante il passaggio ufficiale da FlorenceIN a ToscanaIN alla presenza di Pier Carlo Pozzati –Presidente Federazione ClubIN , Stefano Tazzi – Coordinatore Nazionale ClubIN e Laura De Benedetto – Presidente ToscanaIN. La realtà dei ClubIN sta diventando sempre più rilevante e consistente in tutta Italia e anche in Toscana si è venuta a creare una numerosa rete.

Quale modo migliore per brindare all’evento che un bicchiere di vino?

Be Sociable, Share!
Comments
  1. 10 years ago
  2. 10 years ago

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>