M si! per racconta quello che facciamo che non facciamo, ciò che facciamo bene (… e ora decidiamo se raccontare quello che facciamo male), quello che fa ridere, e quello che è utile – e poi si