Acquistare recensioni false positive per tripadvisor?


Per chi:
  • ostina a pensare che fan acquistati possono servire a qualcosa
  • ha paura delle concorrenza che acquista fan

Ci hanno appena segnalato questo obbrobrio di sito, la cui attività principale consiste nel raccattare un po’ di soldi vendendo aria fritta (opinione nostra) con lo spauracchio delle recensioni su TripAdvisor.

Come si fa a capire che si tratta di una sola.

Il sito è su un wordpress gratuito, il che, già di per sè, non è indice di professionalità.

L’italiano è di infimo livello, la punteggiatura casuale e ci sono errori di battitura, considerando che chi scrive su quel sito, si sta spacciando per un abile e fantastico comunicatore, la cosa fa riflettere.

Passiamo alle immagini: una serie di gufi di varie forme e tipologie sbattuti sulla home e tagliate con la motosega (e tralasciamo la scelta delle foto dei gufi che rievocano più un negozio di chincaglieria cinese, che non il logo di TripAdvisor).

E non vogliamo spendere due parole anche sulla scelta del nome del sito? Tripadvisitors ricorda decisamente un film di fantascienza da due lire. A meno che non sia davvero un sito alieno elaborato ad arte per spillare soldi a noi poveri terrestri.

Per concludere le annotazioni sull’aspetto del sito, se le scritte bianche su sfondo nero non vi hanno rovinato la vista per sempre, provate a guardare dove si trova la società responsabile del trattamento dei dati? Avete letto bene: a Panama! Che gioia!

Se tutto ciò non fosse abbastanza, la parte più vergognosa è quella relativa ai contenuti.

Comprare queste recensioni è folle, inutile e dannoso per chi gestisce una struttura. L’algoritmo di TripAdvisor smaschera facilmente quelle che provengono da questi siti e li penalizza dal punto di vista del ranking. Non se ne accorge solo TripAdvisor, ma chiunque le legga: chi le scrive non ha altre recensioni alle spalle o, se ne ha, si contano sulle dita di una mano; la recensione è generica; l’italiano è scadente.

TripAdvisor è così apprezzato dai viaggiatori perché è realistico e il funzionamento si basa sul meccanismo del passaparola. Se la mia struttura riceve solo brutte recensioni è probabile che ci siano delle problematiche da risolvere, quindi a cosa serve comprare false recensioni positive se quelle negative sono reali e sotto gli occhi dei clienti? Meglio investire nel migliorarsi, piuttosto che nel vendersi per ciò che non si è.

Questo tipo di approccio a noi fa venire l’orticaria perché la nostra filosofia è un’altra, perché il modo di pensare è un altro, perché il nostro lavoro è ALTRO. Visto che le recensioni (quelle vere) ci sono, impariamo a gestirle. E mentre le gestiamo, facciamo sì che lavorino per noi e non contro di noi. In questo crediamo e questo insegnamo. Ormai sono anni che operiamo in questo modo e abbiamo diversi clienti che raccolgono i frutti portati dalla cura del passa parola. Studiate le proposte bene anche voi invece di finire tra le fauci di alieni spennapolli.

 

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>